Rassegne stampa

Maria delle Pecore

ToscanaOggi 27/04/2008

Giovanni Pallanti

Giovanni Pallanti vede in "Maria delle pecore", pubblicato in italiano per volontà dell'editore Giannozzo Pucci della Libreria Editrice Fioretina, un libro per tutti coloro che hanno perso la speranza.

Maria delle Pecore

Avvenire 26/04/2008

Sandro Lagomarsini

Don Sandro Lagomarsini, dalle pagine di Avvenire, parla di "Maria delle pecore" di Christian Signol (Libreria Editrice Fiorentina), vedendo in Maria una figura di grande fascino che si colloca sulla scia del magico personaggio fatto conoscere da Jean Giono con "L'uomo che piantava alberi".

L'invecchiamento dell'architettura moderna

Corriere Fiorentino 19/04/2008

Caterina Pardi

Se non è permeata da una carica etica e sociale, l'architettura non ha futuro: è il pensiero di Giovanni Klaus Koenig (1924-1989), professore di Storia dell'Architettura Contemporanea e, per un periodo, direttore di "Casabella". La Libreria Editrice Fiorentina ha ripubblicato, "L'invecchiamento dell'architettura moderna", a cura di Barbara Puggioni.

L'invecchiamento dell'architettura moderna

Professione Architetto 08/04/2008

Redazione Professione Architetto

Anche il sito Professione architetto ricorda la presentazione del libro di Koenig "L'invecchiamento dell'architettura moderna", ripubblicato dalla Lef, in cui Koenig sottolinea il binomio fondamentale di angoscia-speranza, condizione indispensabile affinché gli architetti di qualsiasi momento storico, siano spinti a impegnarsi nelle lotte sociali del loro tempo e a fornire risposte non con leggi estetiche, ma con...

Antiarchitettura e demolizione

Il Domenicale 22/03/2008

Ciro Lomonte

Ciro Lomonte ricorda che in Antiarchitettura e Demolizione. La fine dell'architettura modernista (Libreria Editrice Fiorentina, Firenze 2007) Salingaros pronuncia una arringa ricca di motivazioni accessibili al vasto pubblico ancora ignaro del reato che è stato commesso. La lettura permette di scoprire chi sono i criminali che hanno trasformato l’architettura, da almeno un secolo a questa parte, in un'arte...

Antiarchitettura e demolizione

Il Domenicale 01/03/2008

Paolo Masciocchi

Sul «Domenicale» dell'11 settembre 2004 John Rosenthal stigmatizzò efficacemente il nichilismo ingegneristico di Daniel Libeskind. Oggi, Paolo Masciocchi parla di Nikos Salingaros, matematico statunitense, e della sua raccolta di saggi "Antiarchitettura e demolizione" (Libreria Editrice Fiorentina), in cui si misura con lo spinoso dibattito relativo ai presupposti teorici dell'urbanistica e dell'architettura,...

Grazia cosmica Umile preghiera

Corriere della Sera 23/01/2008

Marco Gasperetti

Marco Gasperetti, presente alla presentazione del libro "Grazia cosmica umile preghiera", promossa (Libreria Editrice Fiorentina) parla di eco-patto tra le chiese cristiane per il Creato.

Grazia cosmica Umile preghiera

Avvenire 20/01/2008

Marco Lapi

Presentazione del libro del Patriarca Bartolomeo I di Costantinopoli , "Grazia cosmica umile preghiera", promossa dalla Libreria Editrice Fiorentina e da "Persona e creato", comitato costituente per un Cenacolo Ecologico toscano d'intesa con l'Ufficio diocesano per l'ecumenismo e per il dialogo interreligioso, a margine della settimana di preghiera per l'unità dei cristiani. Intervengono Ennio Antonelli e Mario...

Grazia cosmica Umile preghiera

La Nazione 17/01/2008

Michele Brancale

I cristiani vanno in cerca di unità. In questo contesto assume particolare importanza la presentazione che si terrà nella chiesa greco-ortodossa di San Jacopo Apostolo del libro sull'ambiente del patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I, pubblicato dalla Libreria Editrice Fiorentina, "Grazia Cosmica umile preghiera".

Antiarchitettura e demolizione

Planum 19/12/2007

Ashraf Salama e Antonio Caperna

Per Ashraf Salama e Antonio Caperna sono di particolare interesse i capitoli in cui l'autore critica i lavori di Charles Jencks e quelli Bernard Tschumi, mostrandone i limiti sia sul piano scientifico che su quello filosofico, e i capitoli dedicati a Derrida, il cui decostruttivismo è divenuto una sorta di "agente patogeno" che si riproduce all'infinito e che ha reciso sia i legami con il passato che quelli umani...