Il mestiere dell’estraniazione

Il mestiere dell’estraniazione

Burocrazia ed ecologia. RiflessionI e analisi dei documenti

Vasilij Belov

  • Collana: XXI secolo
  • Pagine: 152
  • ISBN: 978-88-65000-84-7

€ 14,00

compra

Scheda dettagliata

Questo libro di Belov, è una forte provocazione schierata dalla parte delcontadino russo, e perciò dei contadini del mondo, vista la centralità dellamadre terra nella lingua e nella civiltà della Madre Russia. Da quandouscì nel 1988 questo libro ha rappresentato il rifiuto della perestrojka,già arrivata e che già aveva cominciato la sua opera di distruzione. Nelsuo scritto, l’autore denuncia la società industriale e la colonizzazionetecnologica dei campi, la città-megalopoli disumana, l’intelligencijamodernista, cui contrappone con forza la campagna nella sua veritàvocazionale inserita nella grande Russia. La sua forza espositiva ricordaTolstoj, l’impegno e la dedizione per le radici contadine della cultura loavvicinano ad un altro grande pensatore americano, Wendell Berry, di cuila Lef ha pubblicato la raccolta di poesie “La rivoluzione del contadinoimpazzito” (2009), “Il corpo e la terra” e “Il dono della buona terra”.

“Il mestiere del diventare estranei alla propria terra (il senso del titolodel pamphlet di Belov, pubblicato per la prima volta nel 1988) vienepraticato in tutto il mondo, in Italia almeno dalla prima guerra mondialema in modo sfrenato negli ultimi 50 anni. Adesso che questa particolareforma di alienazione è diventata di massa esiste un numero crescentedi persone interessate a leggere e capire questo fenomeno e se possibiletrovare una via d’uscita da esso. A parte coloro che hanno cominciatoa comprare direttamente dai coltivatori saltando il supermercato, si stasviluppando un’atmosfera culturale che ancora non compare sulle pagineimportanti dei giornali ma solo ogni tanto in qualche articolo di curiositàstatistiche o di mercato e che cerca un rapporto forte con la propria terra.”
(dall’introduzione di Giannozzo Pucci)


Scrivi un commento

Per lasciare un commento sul libro è necessario essere autenticati. Effettua il login oppure registrati