La signora di Sing Sing

La signora di Sing Sing

Idanna Pucci

€ 15,00

compra

Scheda dettagliata

Manhattan, 26 aprile 1895: un emigrante italiano muore per mano di una compaesana da lui brutalmente sedotta e abbandonata.

Il processo è frettoloso e venato di razzismo. L’accusa è di omicidio di primo grado. Il verdetto implacabile. Maria Barbella, ventenne semianalfabeta, viene rinchiusa nel braccio della morte a Sing Sing. È la prima volta che una donna è condannata alla sedia elettrica.

Un’altra donna entra in scena: è Cora Slocomb di Brazzà, ereditiera americana sposata ad un nobile friulano, che si lancia nell’ impresa di strappare la giovane al suo atroce destino. La sua voce si fa sentire in tutti gli Stati Uniti, coinvolgendo la stampa e ogni classe sociale in questa prima campagna contro la pena di morte. Ma Cora ignora che il caso di Maria è legato al ruolo della sedia elettrica nella “guerra” che si sta scatenando tra Edison e Westinghouse per il monopolio dell’energia elettrica.

Il testo una ricca messe di fonti documentarie scoperte dall’autrice, pronipote di Cora Slocomb, in anni di ricerche fa riflettere su aspetti della vita quanto mai attuali: le tragiche migrazioni che sono sotto gli occhi di tutti, il dramma della violenza individuale, e l’atrocità di quella collettiva che si sta compiendo nel vicino Oriente e nella martoriata terra d’Africa. L’attivismo di Cora e la capacità di Maria di riscattarsi come persona ci indicano una via per uscire dalla paura e dall’immobilismo che sembrano averci attanagliato: l’accoglienza di chi fugge dall’orrore della guerra e della povertà, l’impegno per una maggiore equità sociale e conoscenza culturale che coinvolga tutte le nazioni civili, un lascito di speranza alle nuove generazioni.

Rassegne stampa

Maria di Sing Sing, un’italiana sulla sedia elettrica di Rino Cammilleri Un libro che si legge come un romanzo conferma quel che il regista Martin Scorsese ha mostrato nel film Gangs of New York. Malgrado una politica immigratoria esemplare gli Usa fin de siècle non poterono evitare le guerre tra poveri in casa propria. Tra i più poveri dei quali c’erano gli irlandesi e gli italiani, per...
Pena di morte, la prima campagna contro è per Maria Barbella -di Claudia Renzi- Stati Uniti, 1895. I destini di due donne diversissime si incrociano in nome della lotta contro la pena di morte. Nuova edizione del libro di Idanna Pucci La Signora di Sing Sing che ripercorre il celebre processo all’immigrata italiana Maria Barbella, la prima donna condannata alla sedia elettrica nello...Scarica il PDF
28 settembre 2016
“Giovedì 25 aprile 1895, il caldo a New York superò il primato dell’aprile di ventiquattro anni prima. Alle tre e mezzo del pomeriggio la temperatura balzò di colpo da undici a trentadue gradi. Se lo sbalzo di temperatura non fosse stato così violento, forse Maria non avrebbe perso la testa alle dieci meno un quarto del mattino successivo”. Forse fu davvero colpa del caldo anomalo e...

Scrivi un commento

Per lasciare un commento sul libro è necessario essere autenticati. Effettua il login oppure registrati