Con un carrello di soli 20 € avrai le spese di spedizione gratuite! Non farti scappare questa offerta!

Nove da Firenze

18/05/2009

Redazione

E’ quasi un diario, l’ultimo, quello che Girolamo Savonarola scrive nei 45 giorni di prigionia in cima alla Torre di Arnolfo, in Palazzo Vecchio, nella minuscola cameretta “su cui a malapena una persona si può coricare senza dover piegare le gambe”. Un diario/commento, che racchiude la desolazione e l’angoscia della sua situazione e insieme la speranza per la prossima “redenzione”...

Il libro