Il nostro cibo

Il nostro cibo

Per la sovranità alimentare della Sardegna

Maurizio Fadda, Fabio Parascandolo

€ 12,00

compra

Scheda dettagliata

Dopo la seconda guerra mondiale la Sardegna, è diventata dipendente dal sistema delle merci industriali e ha perso, insieme a buona parte della sua economia agricola, la sovranità alimentare.
“Il nostro cibo” a partire dai danni ecologici, economici e sociali della modernizzazione agricola, prospetta gli orientamenti indispensabili affinché l’uso della terra per il bene comune e la sovranità alimentare dei suoi abitanti possano riprendersi.
Da quando, con la “crisi” del 2008, le retoriche dello sviluppo hanno cominciato a mostrare la loro inconsistenza e gli assetti occupazionali si sono avvitati in una spirale regressiva, è apparso evidente che quella delle attività primarie è la questione ineludibile per un futuro sostenibile della Sardegna e dei suoi abitanti, in una ritrovata collaborazione tra città e campagne.
La nascita di una nuova agricoltura contadina che aiuti i cittadini e le amministrazioni nel buon governo della terra come bene comune, è una scelta strategica decisiva per ridurre la dipendenza alimentare dalla crisi economica internazionale.
Articolandosi in sette agili capitoli, il libro, arricchito da esperienze di singoli e reti di associazioni, è corredato di molti documenti fotografici.
Un contributo statistico firmato da due esperti di questioni economiche e lavorative dell’isola è un’importante verifica a base di dati oggettivi.


FABIO PARASCANDOLO, nato nel 1960 e da lungo tempo trapiantato in Sardegna, è ricercatore di Geografia e docente di Geografia del paesaggio e dell’ambiente all’Università degli studi di Cagliari. Con un approccio geo-storico ai processi di modernizzazione e sviluppo e con
particolare riferimento agli spazi rurali e ai sistemi del cibo, si occupa degli usi dei territori da
parte delle comunità locali e dei modelli di governo dei beni comuni naturali. E’ autore di circa
50 pubblicazioni scientifiche e ha fatto parte della delegazione italiana a “NYELENI EUROPE.
Pan-European Forum for Food Sovereignty” svoltosi a Cluj-Napoca in Romania nell’ottobre
2016.
MAURIZIO FADDA. 51 anni, Nuorese, è insegnante e agronomo libero professionista, lavora con ragazzi e agricoltori per una nuova rinascita rurale su basi etiche ed ecologiche e per la creazione e gestione di reti di filiera corta che facciano incontrare città e campagna, restituendo dignità ai contadini e sognando comunità del cibo solidali dovunque passi. Appassionato promotore e ricercatore su tutte le agricolture naturali, saltella inquieto fra poesia, bonsai, arte e jazz, gioca al contadino e al giardiniere poiché con la terra ha un legame molto intimo e perciò ha pubblicato due libri di poesie. Ogni tanto ozia impegnato o passeggia nei prati o legge per strada, ma non quanto vorrebbe.

Scrivi un commento

Per lasciare un commento sul libro è necessario essere autenticati. Effettua il login oppure registrati